Il Sestante e il Logos: Cultura e Valori della Civiltà del Mare

 

 

Sabato 16 gennaio nell’ aula magna del Liceo Giannone, incontro tra gli studenti e l’Ammiraglio Pio Forlani.

 

Da Ulisse alle grandi flotte militari e mercantili, dal ritratto del navigante di tutti i mari e di tutte le tempeste, di tutti i tempi e di tutte le spiritualità, all’ archetipo dell’uomo occidentale ripreso proprio dall’incipit dell’Odissea, il navigante per eccellenza, Odisseo, “di multiforme ingegno”, “che città vide molte”: l’Ammiraglio ha solcato la storia dell’umanità e della navigazione coinvolgendo i ragazzi in un’ “onda anomala” di curiosità, di domande, di entusiasmo per i valori culturali, le competenze tecnologiche e scientifiche, le opportunità che la vita in marina offre. I principi e l’etica dell’ “uomo di mare”, del Comandante come del più umile nella scala gerarchica della vita di bordo, descritti nelle molteplici implicazioni di natura morale e culturale, con particolare specificità nel cogliere il legame tra i valori dell’humanitas, emanazione della civiltà classica, e della vita in mare come paradigma di umiltà, coraggio, generosità, civiltà.

 

La proiezione di straordinari filmati di abissi, tempeste e dell’ amerigo vespucci, “la nave più bella del mondo” hanno profondamente emozionato i giovani allievi.   

 

http://www.marina.difesa.it